Recensione libro “Agrinidi, Agriasili e asili nel bosco” – Nuovi percorsi educativi nella natura

AGRINIDI, AGRIASILI E ASILI NEL BOSCO
Nuovi percorsi educativi nella natura

F. Durastanti, C. de Santis, G. Orefice, S. Paolini, M. Rizzuto; Terra Nuova Edizioni, 2016, pagg. 172, euro 9,00

Lentamente, forse, si ritorna a comprendere quanto la natura sia utile anche per educare. Gli autori di questo testo sono soci di AiCARE, un’agenzia e rete di professionisti che si occupa di agricoltura sociale a livello nazionale e internazionale (aicare.it). Così, ci presentano esempi di asili nido all’interno di aziende agricole, gli agrinidi, raccontano la storia degli asili nel bosco e dimostrano l’utilità sia di portare la campagna in aula che l’aula in campagna. La natura, infatti, ha sempre educato le precedenti generazioni ed è il momento che ritorni a farlo. Stare all’aperto, sporcarsi, respirare, conoscere, accudire, fa parte del nostro essere. In questo modo, possiamo frequentare laboratori, fattorie didattiche, spazi famiglia o altro. Possiamo assaggiare i prodotti contadini locali, migliorando il nostro stile alimentare, che ci rende infelici e in sovrappeso, educando ed educandoci al gusto. Tale percorso formativo ci permette di capire il compostaggio, i cicli naturali e, soprattutto, l’interazione con gli esseri viventi. Il testo spiega perfino la normativa per creare un agrinido e tutti i vari passi necessari, a partire dalla selezione del personale, la qualità del servizio offerto e ogni altro aspetto della nuova azienda. Presenta, inoltre, alcuni modelli di percorsi educativi nella natura, come l’orto, la serra, l’aia, o la stalla. In conclusione, vengono riportate alcune testimonianze già in essere come, ad esempio, l’agrinido di Chivasso, quello delle Marche o quelli di diverse altre città.

Renata Rusca Zargar

About discutere