Atene e la sua politica dopo la morte di Clistene

La fase immediatamente successiva alla riforma di Clistene è movimentata per la neonata democrazia ateniese: Sparta infatti vuole rimettere al potere Isagora per assorbire Atene nella propria sfera d’influenza.
*Temendo l’invasione, Atene fa la dubbia scelta di cercare l’alleanza con un potere esterno: l’Impero Persiano, sottomettendosi (dando terra e acqua) al Satrapo dell’Asia Minore, a Sardi, ma tornati in patria gli ambasciatori sono arrestati per tradimento a causa del cambio di leadership politica che non rattifica la sottomissione (e che avrà enormi conseguenze)
*Un doppio attacco portato dalla Lega Peloponnesiaca guidata dai re di Sparta da una parte e una coalizione di Beoti e Calcidesi dall’altra mette in crisi Atene nel 506, ma il ritiro provocato da dissensi interni degli Spartani cambia la situazione, permettendo ad Atene di sconfiggere gli altri nemici, sottraendo un grande territorio ai Calcacidesi nel quale verrà creata la prima Cleruchia, la prima colonia con finalità militari che non è autonoma ma dipende dalla polis
*Con questa vittoria il sistema politico Ateniese si consolida e il suo prestigio accresce enormemente.

About discutere